Dal Pollino a Matera

Dal Pollino a Matera

L’essenza della Basilicata.
Dai paesaggi alpini del Pollino con i Pini Loricati millenari e le faggete vetuste, attraversando le colline calanchive e aride del Materano fino alla splendida Citta dei Sassi.

La Serra delle Ciavole: il Cimitero dei Pachidermi
Sicuramente la più bella escursione per l’estensione del panorama e l’unicità dei paesaggi. Escursione lunga ma di media difficoltà. Si racconta che gli Elefanti, vicini alla fine della loro vita, vadano a morire nei cosiddetti “cimiteri degli elefanti”. La prima volta che camminai a Serra delle Ciavole (1981) ebbi l’impressione di camminare in un cimitero di elefanti e per questa ragione usai l’espressione “Cimitero dei Pini Loricati” proprio perché sembrava che i nostri pachidermi arborei, come gli elefanti, facessero la stessa cosa. Una escursione unica, arricchita dal fascino dei Piani di Pollino che bisogna attraversare godendone l’intera spazialità.

Le Faggete della Coppola di Paola.
Forse la faggeta più bella del Pollino. Da oltre 20 anni propongo questa escursione come una delle più interessanti dell’area del Pollino. Di recente, grazie ad uno studio dell’Università della Tuscia, si vuole candidare questo lembo di foresta come patrimonio dell’Umanità. Una grande soddisfazione per chi ha sempre sostenuto che questa foresta “non è come le altre”. Si attraversano selvaggi lembi di faggete vetuste, forse che non hanno mai subito tagli forestali, camminando su un percorso libero senza vedere mai il cielo, con a terra faggi schiantati e lasciati al loro naturale destino. Si incontrano alberi maestosi e in vetta si vedono panorami sconfinati: i Massicci del Pollino e dell’Orsomarso, la Sila, la Basilicata tutta e le Isole Eolie. Escursione impegnativa a causa di tratti fuori sentiero. Spettacolare in Autunno!

Timpa di Pietrasasso e Timpa delle Murge
Una escursione tra antiche colate laviche sottomarine poi emerse che, dopo milioni di anni, conservano il loro aspetto originale. Il paesaggio, punteggiato di agrifogli e cerri, presenta caratteri peculiari rispetto al resto del Massiccio del Pollino.
Al termine visita a San Costantino Albanese e al Laboratorio di Zampogne e strumenti tradizionali.

Aliano
Cittadina famosa per aver ospitato i fatti narrati nel libro “Cristo si è fermato a Eboli” da Carlo Levi. Ci si inoltra per un percorso che attraversa il paesaggio semidesertico dei calanchi, formazioni argillose dovute all’azione estreme della pioggia e della siccità. Nel centro storico si visiterà il museo dedicato a Carlo Levi.

Craco e Parco dei Calanchi
Visita guidata a Craco, il famoso paese abbandonato negli anni 80 a causa di una grossa frana: Il centro storico è oggetto di grande interesse cinematografico come location per film e spot pubblicitari.
Escursione nel Parco dei Calanchi fino a Timpa Petrolla

Matera e La Murgia Materana
Visita guidata ai Sassi di Matera. Patrimonio dell’Unesco e Capitale della Cultura nel 2019 è in assoluto una delle più belle testimonianze di civiltà rupestre in italia, che senza soluzione di continuità per millenni ha utilizzato cavità scavate nella roccia come abitazioni e luoghi di culto fino agli anni ‘50.
Visione dell’installazione multimediale di Casa Noha.
Escursione nella gravina di Matera immersi nella vegetazione mediterranea con soste nelle fresche grotte scavate nella roccia, fino a Murgia Timone dove si può godere un fantastico panorama completo sulla città.

Il tour prevede pernottamento in una struttura nell’area del Pollino e l’altra nell’area di Matera. Spostamenti con mezzo privato o a noleggio. Non è possibile muoversi con mezzi pubblici.